Matteo D'Angelo

cropped-Foto-Profilo-Matteo-DAngelo.jpg

Così, poco alla volta, ho capito quanto fosse per me vitale la fotografia. Quando scatto tutto si compone davanti ai miei occhi. È come se si creasse una correlazione indissolubile tra il momento, temporale, e il luogo fisico. Questa è la sensazione di cui non potrei fare a meno. Osservare, sempre, con occhi sempre diversi, è l’esercizio più importante.