Artista della settimana: Vittorio Papa

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

04/ Conversazioni con

L’artista di questa settimana è Vittorio Papa che con i suoi acquerelli dolci ed allo stesso tempo carichi di intensità è capace di portarci in un mondo gioioso ed infantile, ma allo stesso tempo crudo e forte. Siamo rimasti affascinati dai suoi tratti a volte sfumati ed a volte decisi, con immagini al confine tra reale e surreale e questa infinita dolcezza che comunica con le sue opere. L’arte per Vittorio Papa è un mezzo di comunicazione fortissimo e questa forza è rintracciabile in ogni sua pennellata.

Imparare a scoprire tutti i significati nascosti nelle opere di Vittorio è una strada bellissima che vi invitiamo a percorrere. Per completare questo viaggio nell’arte di Vittorio Papa abbiamo deciso di intervistarlo per indagare i motivi ed i sogni dietro i suoi bellissimi acquerelli.

Ama il tuo cuore, Vittorio Papa


Qual è il tuo background e il tuo percorso formativo?

Sono nato a Napoli il 22.5.1960. Ho seguito un percorso piuttosto istituzionale, diplomandomi al liceo scientifico Mercalli di Napoli e poi conseguendo una laurea in ingegneria civile all’Università Federico II. Accanto a questo però ho sempre coltivato numerosi interessi. Ho praticato per molti anni alpinismo, conquistando le maggiori vette italiane, come il Monte Bianco, il Gran Paradiso e il Cervino. Ho sempre amato la musica e , da autodidatta, ho raggiunto buoni risultati con la chitarra e il basso. La lettura, il cinema e numerosi viaggi all’estero, hanno completato la mia prima formazione.

Vittorio Papa nel suo studio

Quando hai deciso di intraprendere la strada dell’arte?

Non si è trattato di una vera e propria scelta, diciamo che è l’arte che ha deciso, ad un certo punto, di fare capolino nella mia vita, come necessità per sopravvivenza.

Quali artisti o correnti artistiche ti hanno influenzato maggiormente?

Io prendo spunto da qualunque cosa, dalla mia storia personale, dalla realtà, dalle immagini che vedo sui giornali . Se dovessi individuare una corrente artistica o degli artisti che hanno avuto un ruolo nel mio percorso,
probabilmente l’impressionismo, l’astrattismo e in generale la produzione, italiana e internazionale, a cavallo tra la fine dell’800 e la prima metà del 900, hanno avuto un significato importante .

Come funziona il tuo processo artistico? Come mai la scelta degli acquerelli?

La realizzazione delle mie opere non segue un percorso unico. A volte parte da un’immagine che ho visto ,altre da un idea che matura lentamente e prende forma un po’ per volta. Gli acquerelli sono stati una scelta istintiva ma anche necessaria. E’ una tecnica che non prevede ripensamenti , immediata, rapida , allo stesso tempo complessa e piena di sfumature. E’ così che mi piace credere che siano anche i miei quadri.

Vittorio Papa nel suo studio

Quali pensieri ed emozioni speri di suscitare in chi guarda le tue opere?

Non so se voglio stimolare qualche pensiero o qualche emozione in particolare. Per me dipingere è questione di vita , di sopravvivenza . Mi piacerebbe che si cogliesse qualche frammento di me, delle mie battaglie, della mia stessa esistenza.

Di cosa parlano le tue opere?

Come dicevo in precedenza, parlo della mia esperienza , di me stesso, dei miei limiti e delle mie ambizioni. Dipingere è un modo di tirare fuori quello che non posso raccontare a voce, di dare forma al mio mondo interiore
in un modo in cui le parole non riescono a fare.

Tre Urlo, Vittorio Papa

Potete trovare le opere di Vittorio Papa qui su Artoose così da iniziare questo percorso alla scoperta delle sue immagini.

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Ispirazioni

DONNA_R_T

Mostra Virtuale – curata da Evelina Silvestroni Raccontare attraverso l’Arte la figura femminile in tante delle sue sfaccettature: Dolore, rinascita, felicità, piacere, sicurezza e insicurezza. Ogni

Artista del Mese: Lucia Schettino

04/ Conversazioni con Lucia Schettino Per questo mese abbiamo deciso di farvi fare un salto nello studio artistico di Lucia Schettino: Atelier Alifuoco. Quest’artista Napoletana